LIBRI GRATIS

Libri gratis! – Gli autori calabresi contro l’emergenza del Corona Virus (lista in continuo aggiornamento)

Amiche, amici,

in questi giorni di emergenza siamo tutti costretti a stare chiusi in casa, evitando responsabilmente qualsiasi contatto sociale al di fuori delle nostre case. Una situazione difficile a cui siamo chiamati ad adeguarci per rispetto della nostra salute e di quella degli altri. Per aiutarvi a passare questo periodo in maniera quanto possibile più serena, abbiamo deciso di regalarvi qualche libro in versione pdf originale, titoli di recente o meno recente pubblicazione, scritti da giovani autori e scrittori professionisti.

I libri saranno disponibili gratuitamente per tutto il periodo della quarantena. Speriamo vi aiutino a passare dei momenti di lettura piacevoli.

Grazie a voi e TENETE BOTTA!

Salvatore Tigani

Fabio Cuzzola

Daniele Castrizio

Tonino Perna

Stellario Belnava

Simona Mileto

Domenico Campolo

Amalia Papasidero

Francesco Greco

Rosaria Tropepe

Maura Sicari

Antonella Ferraro

Giovanna Seminara

Marta Fanello

 

Cliccate sulla copertina per leggere o scaricare.

(Se ci sono dei problemi nello scaricamento,

non esitate a segnalarmeli che li aggiustiamo subito).

 

Risultato immagini per phonos hellenikos megistosPhonos Hellenikòs Megistos. La più grande strage di greci di Daniele Castrizio (PDF)

Un episodio sconosciuto della vita dell’antica Rhegion da cui partire per imbastire un racconto ambientato nella storia della Magna Graecia. Daniele Castrizio, reggino, studioso del mondo antico, è professore associato di numismatica all’Università di Messina ed è membro della missione di scavi archeologici ad Antinoe in Egitto. Autore di innumerevoli articoli e saggi, collabora come antichista con varie televisioni nazionali ed estere.

 

 

 


Come sopravvivere all'Amore (Dal diario di Saso Vol. 2)Come sopravvivere all’amore di Salvatore Tigani (PDF)

Il tanto atteso seguito di Come sopravvivere ai Calabresi. Un Saso più romantico, stavolta, malinconico, a volte perso, ma ancora, purtroppo o per fortuna, incapace di prendersi troppo sul serio. Attenzione: sconsigliato agli animi troppo sensibili”.

 

 

 

 


Risultato immagini per odon simona miletoOdon di Simona Mileto (PDF)

La giovanissima Odon, dopo il compimento del suo quindicesimo compleanno, scopre di essere una Dea e di appartenere al regno dell’Olimpo, di cui è destinata a diventare sovrana. Il percorso che la condurrà al trono, tuttavia, non sarà per nulla semplice: molti nemici tramano alle sue spalle, ma la sua forza di volontà e l’amore per il demone Fibrizio, re delle Tenebre, le daranno il coraggio per condurre la sua lotta e per conquistare quello che le spetta. Una storia fantasy che catapulta il lettore nella bellezza della mitologia, alla scoperta di mondi altri, tra sogno e realtà

 

 

 


Cronache del Fanta-Reale: La tendenza della nuova serialità televisiva a raccontare il presente attraverso la fantascienzaCronache del Fanta-reale di Salvatore Tigani (PDF)

Un libro ricco di aneddoti e curiosità, che ricostruisce la storia della serialità televisiva di fantascienza analizzandone il linguaggio e le forme. Essenziale per studenti e appassionati. “Diventando negli anni sempre più popolare, il telefilm è oggi una delle poche forme narrative (se non l’unica) capace di raccontare la realtà, con tutte le sue ansie e idiosincrasie. Riuscendo a soddisfare egregiamente la nostra connaturata e vorace fame di storie. Senza pretesa di esaustività, questo lavoro di ricerca ha l’intento di presentare al lettore un quadro quanto più ampio possibile del discorso sulla serialità contemporanea, ripercorrendo alcune delle tappe più importanti della storia della serialità televisiva americana e proponendo qualche spunto originale di riflessione sulla capacità del genere fantascientifico di metaforizzare le spinte contraddittorie e irrazionali che attraversano la società odierna”.

 

 


Come sopravvivere a se stessi (Dal diario di Saso Vol. 3)Come sopravvivere a se stessi di Salvatore Tigani (PDF)

Un libro che vi tocca il cuore, sarà come avere scoperto il più prezioso dei tesori.Capita spesso quando chiudiamo un libro per riporlo sulla nostra libreria, di provare una strana sensazione di completezza, sazietà, riconoscenza, cambiamento. Ci sono dei libri che questa sensazione la incarnano. E sono libri che, secondo molte persone, modificano il nostro approccio alla vita, il nostro modo di vedere, pensare, relazionarci. Cambiano tutto. Cambiano anche noi.Come sopravvivere a se stessi, capitolo conclusivo del viaggio di Saso, ci lascia finalmente la mano: dopo aver riso, dopo esserci innamorati, adesso è il momento di riflettere sul nostro sé più profondo. Chi siamo? Da dove veniamo? E soprattutto: dove andiamo?Un libro che vi toccherà nel profondo per il modo in cui condivide la sua mole incredibile di bellezza e verità, in maniera così semplicemente innocente, tra voli d’immaginazione, riflessioni filosofiche e spirituali, aneddoti divertenti e spiazzanti no sense. Come sopravvivere a se stessi ci ricorda di non dimenticare la gioia che si prova nei brevi momenti di pace quotidiana e nelle piccole cose, ma anche ad imparare dalle esperienze tristi e terribili di cui, pure, è fatta la vita.

 


Dal diario di Saso: Come sopravvivere ai CalabresiCome sopravvivere ai Calabresi di Salvatore Tigani (PDF)

Quello che avete tra le mani è il libro più divertente della storia della Calabria. Detto così, sembra che ce la tiriamo. E in effetti è vero, ce la stiamo tirando. Ma le avventure tragicomiche di Saso e zia Maria, surreali e irriverenti personaggi mitopoietici, sono ormai entrate di diritto nella storia e nella tradizione della regione più bella d’Italia. Oh, cavolo: ce la siamo tirata di nuovo.Un viaggio nella quotidianità improbabile, una storia esilarante, costellata di piccole sventure e comiche avventure, con curiosi aneddoti di costume e ricordi di esperienze buffe, in una serie di gag sulle gioie e i dolori della vita famigliare.“Come sopravvivere ai calabresi”, che negli anni ha conosciuto un successo di pubblico straordinario, è ormai unanimemente considerato un classico della comicità meridionale, fatta di humour e nonsense, che all’ironica paradossalità delle vicende narrate sa unire realistiche descrizioni delle campagne calabresi e brevi note di filosofia spicciola.E vi posso assicurare che se anche questa descrizione ce la siamo copiata tutto ciò che abbiamo appena detto è vero. Buona lettura.

 


Risultato immagini per l'ultimo dei salvatiL’ultimo dei salvati di Francesco Greco (epub – leggibile su lettore di ebook, app per cell o tablet)

Un giornalista. Marco, inviato in un piccolo borgo calabrese è deciso a fare lo scoop della sua vita, alla ricerca di una fantomatica setta super segreta. Ma nulla è come appare, in questa storia che potremmo definire un insolito e originale triller spirituale. Il gruppo editoriale per cui lavora Marco non è così innocente come sembra e Marco, catapultato in una realtà sconosciuta che all’inizio pensa di controllare, si trava invischiato in un microcosmo dove le pulsioni religiose dei singoli e del paese tutto, piano piano cambiano per sempre il suo percorso esistenziale, e forse l’unico vero scoop è scoprire la sua vera anima, il suo rapporto con i misteri e il dilemma dell’esistenza di Dio.

Accanto al protagonista, una serie di personaggi che pagina dopo pagina acquistano tridimensionalità e spesseore e, altrettanto fondamentali, il paesaggio e i profumi dei fiori, dei cibi cucinati, di una terra – la Calabria – descritta con amorose pennellate, colori vivi che mai si lasciano irretire al facile sentimentalismo.

 


Risultato immagini per Malak greco

Malak: Adolescenti e terrorismo islamico di Francesco Greco (epub – leggibile su lettore di ebook, app per cell o tablet)

Francesco è un normalissimo ragazzo che studia in un liceo di un piccolo paese della Calabria. Un giorno nella sua classe il preside porta un nuovo alunno proveniente dall’Africa. È un immigrato, solo, senza genitori, si chiama Malak.L’incontro con il ragazzo proveniente da una società islamica costringe Francesco a interrogarsi su questioni molto più grandi di lui e molto distanti dal mondo occidentale.Tra le inevitabili questioni esistenziali che coinvolgono i due adolescenti provenienti da mondi diversi, spunta la realtà drammatica dell’Islam estremista, sconociuto a Francesco, che lo costringe a diventare “uomo” . Nello stesso tempo Malak, che è arrivato in occidente con delle “certezze incrollabili”, deve fare i conti con la realtà vissuta degli adolescenti del nostro tempo.

 

 


Vi voglio bene tutti. di [francesco greco, giuseppe carere]

Vi voglio bene tutti di Giuseppe Carere e Francesco Greco (epub – leggibile su lettore di ebook, app per cell o tablet)

Giuseppe è un ragazzo di San Giorgio Morgeto (RC) in procinto di frequentare la 1* media, che muore improvvisamente nel mese di settembre del 2015. Dai suoi temi scolastici emerge tutto il suo vissuto. Malgrado la sua giovane età, era riuscito ad assimilare i valori della vita: la famiglia, lo sport, Dio, l’amicizia, la solidarietà. Il libro riporta alcuni dei suoi elaborati e cerca di affrontare il tema della morte raccontando l’espierenza di chi l’ha vissuta in prima persona.
Tutto il ricavato del libro sarà devoluto in beneficenza.

 

 

 


Una donna del sud di [Greco, Francesco]

Una donna del sud di Francesco Greco (epub – leggibile su lettore di ebook, app per cell o tablet)

Ispirato all’ordinaria straordinarietà della vita vissuta da una donna della Calabria del secolo scorso, il romanzo racchiude ampie sequenze descrittive che caratterizzano l’intento quasi etnografico dell’autore. “Una donna del Sud” infatti, oltre a rappresentare un omaggio a tutte le donne, talora incomprese guerriere del quotidiano, risulta essere un evocativo zoom sui valori e sulla cultura di una terra che ben custodisce la sua identità nonostante il passare del tempo. Non casuale è, molto probabilmente, la scelta a tal proposito adoperata dall’autore di utilizzare lemmi ed espressioni idiomatiche dialettali: ulteriore tratto di originalità di una narrazione scandita al ritmo di una sintassi prevalentemente paratattica. Forbito è il linguaggio adoperato nel romanzo, ricco di spunti di riflessione e di molteplici angolature interpretative in grado di appellare l’empatia del lettore. Ciò, grazie alla fine capacità di approfondimento psicologico dell’autore (a cura di Maria Teresa Notarnicola – motivazione per il secondo classificato narrativa inedita alla XIV edizione del Premio Letterario Internazionale “G. Cingari” di Gallico – RC del 2019).

 

 


Il Dio Delle Formiche di Domenico Campolo (PDF)
Il “Dio delle formiche” è un’opera unica nel suo genere. Il racconto segue la struttura della tragedia greca, affidando però la narrazione degli eventi, tutti legati da una forte morale, a burattini. Gli eventi e le storie così veicolate parlano allo spettatore nel suo intimo portandolo a riflessioni di ampio respiro, in una lettura semplice e mai noiosa con ritmi cadenzati e onirici, fino al tragico e commoventissimo epilogo che, siamo sicuri, non mancherà di sciogliervi il cuore.
 .
 .
 .
 .
 .
 .
 .

Son dunque un Pittore di Domenico Campolo (PDF)
Son dunque un pittore è un foto-diario. Un racconto fatto di immagini e testo, riflessioni e citazioni attraverso una densa vita vissuta e raccontata per mezzo della fotografia. Un libro immediato, coinvolgente pieno di immagini mozzafiato che gridano a gran voce la voglia di vivere e la necessità di conoscere e raccontare il mondo.
.
 .
 .
 .
 .
 .

 .


Lo Zingaro di Domenico Campolo (PDF)
“Lo Zingaro” è una raccolta di poesie durata 4 anni. Uno stile ermetico, onirico, a tratti profetico e a tratti epico. Una lettura intensa, dolorosa, cupa… Una prosa che ha lenito i turbamenti dell’autore ma che potrebbe condurvi in abissi di tormento e angoscia.
.
 .
 .
 .
 .
 .
 .
.

Il paese dei portoni vacanti di Domenico Campolo (PDF)

Il Paese dei portoni vacanti è un piccolo comune della penisola Italica. È l’ombra di ciò che era un tempo, un paese che sta lentamente morendo. Attraverso i colori e le ricercate forme delle sue porte questo piccolo libro fotografico, si propone come obbiettivo quello di mostrare l’importanza della memoria e al contempo denunciare un perverso gioco delle parti dove domanda e offerta non trovano punti di contatto. Il paese dei portoni vacanti è la storia di ogni piccolo comune sia a nord che a sud, anche il tuo.

 .
.
.
.
.
.

 Strade e Storie Sperdute di Fabio Cuzzola (PDF)
Narrazioni e storie nate tra i miti classici e gli interminabili viaggi di un professore alle prese ogni giorno con
la Salerno – Reggio Calabria e la bellezza della scuola.

 

 

 

 

 


 

La storia dei Cinque Anarchici di Fabio Cuzzola (PDF)
La storia di cinque giovani anarchici calabresi che portarono gli ideali del ’68 in riva allo Stretto e trovarono
la morte in un misterioso incidente durante la Rivolta del ’70. Trame, misteri e ricerca della verità negli anni
della strategia della tensione.

 

 

 

 

 


“Scrivere istruzioni per l’uso” di Amalia Papasidero (PDF)

Una piccola guida, un breve manuale, per cominciare a capire come muoversi nell’intricato mondo della scrittura. Attraverso un percorso, durante il quale saranno trattati vari temi (la trama, la costruzione del personaggio, le descrizioni, i dialoghi, ecc.) sarà possibile avvicinarsi alle tecniche narrative, attingendo una serie di strumenti da un’ideale cassetta degli attrezzi, iniziando a mettersi alla prova attraverso esercizi, consigli pratici, indicazioni ed esempi, circa la realizzazione di una storia.

 

 

 

 


“Riflessi” (PDF)

“Riflessi” è una raccolta di pensieri, di stati d’animo che raccontano quanto repentini e cangianti siano i momenti e le situazioni della vita. Crescita, amore, consapevolezza sono solo alcuni dei temi che l’autrice sfiora, traendo spunto dalle sue esperienze e dal suo sentire, con l’intento di cristallizzarli, per regalare impressioni ed emozioni che appartengono un po’ a tutti, e spunti di riflessione sul proprio vissuto.

 

 

 

 

 


Io non mi basto mai – Storie di donne che non si bastano mai di Maura Sicari

“Le donne che NON SI BASTANO MAI, vivono nella paura di sbagliare, di scegliere, di decidere e spesso le azioni, seppur corrette, sono causa di frustrazioni e angosce, che pesano, pesano tanto sul cuore quanto sullo spirito di queste donne”. “CHE COSA DESIDERANO LE DONNE CHE NON SI BASTANO MAI?”. Maura Sicari al suo esordio come scrittrice, racconta le storie di DONNE incontrate per motivi professionali nel suo studio, alle prese con fragilità che portano a sofferenze intime ognuna con un nome ben preciso. ATYCHIPHOBIA: paura del fallimento. ATELOPHOBIA: paura di non essere abbastanza capaci. PHILOPHOBIA: paura di amare e di innamorarsi. MNEMOPHOBIA: paura di essere dimenticati o dimenticare. ALETISSIMIA: mancanza di parole per esprimere le emozioni. “Ognuno di noi vive nella sua IMPERFEZIONE PERFETTA ed è solo capendolo e diventando consapevoli di ciò, si riuscirà a raggiungere una tranquillità interiore che ci farà guardare il mondo come un posto bello in cui starci e non solo l’ambiente in cui siamo costretti a vivere”. Un libro da leggere tutto d’un fiato, si finirà per ritrovarsi protagoniste insieme a M. 29 anni o N. 26 annie ci si sentirà meno sole in questo variegato Universo tutto al femminile, come in un caleidoscopio in cui le figure mutano e cambiano colore e forma, senza mai ripetersi.


Risultato immagini per la forza del corallo tropepe

 

La forza del corallo di Rosaria Tropepe

Nives è la protagonista del romanzo, una protagonista inconsapevole ma assoluta di una vita vissuta sotto la “direzione” di due uomini : suo padre e suo marito finché non deciderà di voler essere lei a stabilire la rotta, andando via.
Fisicamente, non andrà lontano ma il luogo dove si fermerà le consentirà di viaggiare a lungo dentro sé fino alla Nives che scoprirà di essere grazie anche agli incontri di nuovi mondi che farà.
La forza del corallo è, infatti, una sorta di scatola cinese in cui la storia di Nives ne contiene tante altre e tutte insieme interagiscono fino al finale al quale si arriverà tra risate, ironia, leggerezza e momenti emotivamente impattanti. Come è la vita.
Mai come oggi, in questo tempo sospeso, fare un viaggio dentro di sé, in un libro, con la mente e nella speranza ci aiuterà a portare a termine questo strano momento.
Buona lettura.

 


Gli Uomini che cadono – Marta Fanello (Il Filo, 2008)

Di coraggio e debolezza, di forza e paura.

Sono uomini in mezzo ad una guerra grande e misteriosa e uomini in un luogo indefinito, sconosciuto, ignoto, ostile. Perché sono lì e, ora, dove andranno? Proseguire per vivere, andare per non morire, continuare per non arrendersi. È l’umanità che sfida se stessa, i suoi ancestrali timori e le sue fondamentali necessità. Nella diversità dei personaggi, nelle personali e sofferte storie di vita, nei differenti modi di

reagire e rapportarsi, vi sono le comuni angosce e i comuni e legittimi desideri. Vi è la resistenza, la solidarietà, la compassione, la curiosità, l’audacia, il valore.

È un inno agli uomini che sanno anche cadere dopo aver camminato.


Storie di Oggetti inanimati – Marta Fanello (Montedit, 2006)

“Storie di oggetti inanimati” è una raccolta comprendente cinque brevi racconti che hanno come tema portante l’idea di porre come protagonisti della narrazioni “semplici oggetti” che diventano “attori” della scena… […]. L’Uomo è raccontato dall’oggetto e la storia vede lo svolgersi di un passaggio decisivo a una nuova prospettiva.

 

 

 

 


 

On air di Antonella Ferraro

Il cuore è come lo stomaco, quando rimane per troppo tempo vuoto, fa male. Ada non crede più nell’amore, ha indossato una corazza che non le permette di respirare a pieni polmoni le gioie della vita. Ma tutto cambia quando in radio, ad affiancarla in trasmissione, arriva Marco col suo sorriso beffardo e le sue contraddizioni.

 

 


Risultato immagini per kore giovanna seminara

Kore – L’attesa di una madre di Giovanna Seminara

Un percorso tra sogni e disincanti, illusioni e delusioni, trafile, attese, speranze e fallimenti di chi cerca di realizzare una delle cose apparentemente più naturali del mondo: la maternità.

E se poi alla gioia del quasi raggiungimento del sogno si accosta il dolore della perdita, l’aborto, spazzando via la felicità tanto attesa?

Forse aveva ragione chi cantava “chi vuole un figlio non insiste”?

 


Il vento degli anni di Stellario Belnava

Stellario Belnava, con la raccolta di poesie vernacole dal titolo “Il vento degli anni” (Ed. Laruffa, Reggio Calabria, 1987), fa come sentire, in questa terra ricca di ulivi e d’umori, il rintocco non banale né borioso della sua vibrante sensibilità. Le parole che dice, caramente vernacole, scmbrano assumere e compendiare la complessa articolazione delle situazioni consegnate via via nel tempo alla memoria, evocare, per il loro accattivante tramite, con la sincerità che è propria delle anime semplici e buone.

 

 


I racconti del nonno di Vincenzo Baglio

Vincenzo Baglio è un nonno polistenese nato negli anni ’20 nel nostro paese. Ha voluto raccogliere, in questo libro alcuni suoi racconti, insieme ad altri che gli anziani, i nonni, raccontavano ai nipoti quando lui era ragazzo e che costituiscono, oggi, un patrimonio di pedagogia, di fantasia e di saggezza che le nuove generazioni non devono perdere.

 

 

 


Amazon.it: Cari amici del Nord. C'era una volta il Sud... e c'è ...Cari amici del Nord di Tonino Perna

L’autore è Antonio (detto tonino) Perna. Il libro, pubblicato nel 2006 ed edito da “Intra Moenia” è incentrato sull’analisi del Sud Italia attraverso analisi sociali ma anche storie di vita, contraddizioni intrinseche e ricchezze culturali. Strutturato anche come una serie di lettere indirizzate ad amici che affrontano la tematica del Sud Italia attraverso una nuova e diversa prospettiva. In questo modo l’analisi che svolge Perna non è semplificata dalla dicotomia sviluppo sottosviluppo, speranze/delusioni, ecc. L’analisi, qui, è più complessa ed è, a tratti, contraddittoria, come lo è, infondo, la realtà che descrive.

 

 

 


Amazon.it: Le città ingovernabili. Il caso Messina - Perna, Tonino ...Le città ingovernabili: il caso Messina di Tonino Perna

“Piove, governo ladro” – si diceva una volta. Oggi il malessere dei cittadini si riversa soprattutto sugli amministratori locali, sindaco in primis. Governare le città in Italia, e non solo, è diventata un’impresa ardua, faticosa e a rischio. La politica di austerity ha prodotto negli ultimi anni tagli crescenti delle risorse finanziarie agli enti locali proprio nel momento in cui la crisi economica produceva povertà, disoccupazione ed emarginazione di una parte rilevante della popolazione. Da un decennio i governi scaricano sugli enti locali il costo sociale e politico della crisi. I Comuni hanno così perso progressivamente l’autonomia e sono diventati schiavi del debito accumulato da altri. La stessa democrazia, che è nata nella “polis,” viene oggi duramente mutilata. In questo scenario va letta la vittoria (incredibile) di Renato Accorinti e del movimento “Cambiamo Messina dal Basso”. Messina, dopo decenni di declino economico e morale, ha compiuto nel giugno del 2013 un miracolo ed ha vissuto un sogno. Per un attimo ha stupito l’Italia intera, e non solo, diventando un punto di riferimento per il riscatto del Sud.


 

 

Avatar

Salvatore “Saso” Tigani è un giornalista, scrittore e autore umoristico. È diventato famoso con Come sopravvivere ai Calabresi, ma ha scritto anche cose belle. Alcuni suoi racconti hanno vinto importanti premi letterari e compaiono in raccolte e antologie nazionali. Però è astemio.